Pappardelle all’ortolana

(English version below)

Una cartolina dal mio orto.
Primavera, giorni di grandi manovre in giardino. Questi ultimi due sono stati dedicati all’orto: tante nuove piantine pronte per dare i loro frutti nel corso dell’estate. Che dire, la fatica è stata notevole ma la gratificazione enorme. E’ un senso di nuova vita e di promessa quella che il guardare tutti questi giovani  germogli a dimora ti dà. Già mi pregusto la fresca bontà che raccoglierò a breve: melanzane, sedani, cetrioli, peperoni, pomodori a iosa e molto altro ancora.
So anche che avrò dei momenti di semi disperazione che mi faranno dire cose come ‘ma chi me lo ha fatto fare?’ e che questi coincideranno con la realizzazione – ogni anno come se fosse la prima volta – che la quantità di raccolto supera di gran lunga la capacità di consumo della nostra piccola famiglia. E allora mi spremerò le meningi per trovare sempre nuovi modi per conservare la mie amate verdurine, lavorando ore e serate intere per stipare la dispensa a più non posso.
Ma è amore quello che ci metto, amore e tanta passione. A partire dalle giornate passate a pianificare cosa piantare e dove, sforzandomi di rispettare la rotazione necessaria e le tante altre regole da seguire per garantire il miglior successo (mai piantare aglio o cavoli e affini nella stessa porzione di orto due anni di fila, riservare la zona che si sa essere un filino più arida alle specie che meglio sopportano la siccità, etc, etc). Poi accorgersi che con il solito pressapochismo amatoriale mi sono dimenticata di guardare la luna e correre trattenendo il fiato a cercare un calendario lunare su internet per realizzare che … con la classica fortuna sfacciata del principiante ho azzeccato in pieno la luna nuova, fffiiuuu!

E per festeggiare il lavoro di questi ultimi giorni e pregustarsi i raccolti a venire, stassera una bel piatto di pappardelle con un ragout pieno zeppo di verdurine e appena un po’ di salsiccia perché si sa, qui non siamo vegetariani, semmai onnivori;-))))

Ingredienti (per 4 persone):

  • 1 cucchiaio di battuto di lardo
  • 1 cucchiaio di erbe fresche miste tritate (rosmarino, timo, santoreggia, salvia)
  • 1 foglia di alloro
  • 1 cipolla
  • 4-5 carote
  • 1/2 sedano
  • 300 gr salsiccia fresca
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • 1 barattolo di pomodorini pelati (quelli della scorsa estate)
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • parmigiano grattugiato per servire
  • 400 gr di pappardelle

Metodo:

  • In una pentola abbastanza capiente, fate sciogliere a fuoco medio basso il battuto di lardo con le erbe e la foglia di alloro.
  • Unite tutte le verdure precedentemente tagliate a brunoise fine o tritate con la mezzaluna. Lasciate ammorbidire e unite la salsiccia privata della pelle. Rosate girando bene con un cucchiaio di legno per permettere alla salsiccia di sfaldarsi e amalgamarsi alle verdure. Salate e pepate e sfumate con il vino bianco.
  • Unite i pomodorini e fate cuocere a fuoco basso fino ad evaporazione del liquido in eccesso. Unite il prezzemolo e spegnete.
  • Condite con questo sugo la pasta che avrete nel frattempo cotto in abbondante acqua salata.
  • Servite con una genrosa spolverata di parmigiano.

Ingredients (serves 4):

 

  • 1 tbsp chopped fresh streaky bacon 
  • 1 tbsp chopped mixed fresh herbs (rosemary, thyme, savory, sage)
  • 1 bay leaf
  • 1 onion
  • 4-5 carrots
  • 1/2 celery
  • 300 g fresh Italian sausage, skinned
  • 1/2 cup dry white wine
  • 1 tin tomatoes
  • 2 tbsp chopped parsley
  • grated Parmesan cheese to serve
  • 400 g pappardelle (large tagliatelle)

 

 

 

Method:

 

  • In a large saucepanmelt the bacon over a medium low heat.
  • Add the mixed fresh herbs, the bay leaf and all the vegetables, previously finely chopped. When softened, add the sausage meat. Stir fry making sure that the sausage meat crumbles and amalgamates with the vegetables. Season with salt and pepper and pour in the white wine.
  • Add the tomatoes and cook over low heat until the excess liquid has evaporatedAdd the parsley and take off the heat.
  • In the mean time, cook the pappardelle in plenty of salty water. Dress with the sauce and serve with a generous sprinkling of Parmesan cheese.

 

 

Advertisements

6 comments

  1. Che meraviglia il tuo orto, ma anche le pappardelle.Splendide!

  2. vista l'ora ne potrei avere un piattino per me? complimenti 🙂 un bacio e buona domenica!

  3. Grazie Lilly. Per lui ho un po' l'orgoglio della madre;)

  4. Ale, pappardelle a parte che sono stupende e mi sembra di sentirne il profumo, trovo che il tuo disegno dell'orto sia bellissimo. Bellissima è la tua passione e tanta è la fortuna di avere lo spazio per dedicarsi all'orto. Mi raccomando, fai tanti barattolini (io adoro i peperoni sott'aceto) e una bella scorta per l'inverno!!Un bacione, Vale

  5. Cara Vale, ti metto qualcosa da parte, promesso. A Natale distribuisco;))))

Your comments feed this blog. Alex

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: