il pane dell’ultimo momento…

    ….hooopppsss! Vi siete dimenticati di comprare il pane e non c’è ormai più modo di arrivare in tempo al negozio? Mica succederà solo a me, no?! 
   Nessun problema. Poco più di mezz’ora e vi prometto che porterete il pane in tavola….





   Il segreto è questo pane irlandese che si chiama appunto Irish soda bread e che non utilizza i normali agenti lievitanti che richiedono più o meno lunghi tempi di crescita. Usa invece la ‘baking soda’, o per dirla in Italiano il bicarbonato di sodio
   Ora, sarò onesta, non è il pane più fragrante del mondo proprio perchè senza un normale processo di lievitazione non si creano quei magnifici profumi che invadono una cucina quando si è appena sfornata una pagnotta fresca. Però ha una buona consistenza, soprattutto se consumato abbastanza in fretta, nella mia versione è privo di grassi, e tutto sommato fa la sua discreta figura. Soprattutto quando avete una dimenticanza da coprire…
   Parlando di pani ‘seri’ invece, al momento ho in cantiere un Bauern Brot di segale che usa un poolish da 48 ore. Sarà pronto domani e per ora promette bene. Vi farò sapere, promesso.



Ingredienti – per una pagnotta da 500g
250 g farina
250ml latticello *
1 cucchiaino scarso di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di sale

   Preriscaldate il forno a 220°. In una ciotola, unite tutti gli ingredienti secchi e aggiungete il latticello. Non fatevi troppi problemi con il tipo di farina, va bene praticamente tutto perché il processo lievitativo è di tipo chimico, fate semmai degli esperimenti per trovare la vostra preferita. Mischiate velocemente con un cucchiaio così da formare un impasto piuttosto grossolano e appiccicoso. Rigirate su una superficie infarinata e impastate ma per non più di 30 secondi. L’impasto deve rimanere irregolare e grossolano.
   Non sarà facilissimo da maneggiare perché piuttosto morbido, ma trasferite comunque su una placca da forno foderata con carta da forno. Spolverate con un po’ di farina e fate un taglio a croce sulla parte superiore.
    Infornate per 45′ o fino a cottura.
    Gli esperti consigliano, se si vuole una crosta più morbida di lasciare raffreddare la pagnotta avvolgendola in uno strofinaccio. Vedete voi…

Nota sul latticello (o buttermilk): ci risiamo, un’altra di quelle cose che dalle mie parti proprio non si trova e per cui ho dovuto imparare ad arrangiarmi (l’elenco è piuttosto lungo: panna acida, verjuice, etc). 
Io risolvo aggiungendo a 250ml di latte  il succo di 1/2 limone. Quando il latte comincia a cagliare avete il vostro degno sostituto al latticello.


Advertisements

Your comments feed this blog. Alex

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: