Bubble and Squeak – la cucina del riciclo – versione non-ortodossa

(English version below)bubble & squeak3

 

Tradizione con la T maiuscola, questo è il Bubble and Squeak. Piatto povero per eccellenza perché nella sua versione originale altro non è che un metodo provato e sperimentato per portare in tavola gli avanzi del giorno prima. Diciamo che quasi potrebbe essere la versione Anglosassone del patrio risotto al salto? Eppure quanto sono buoni questi piatti semplici e improvvisati! E quante madri, mogli e cuoche hanno in questo modo riciclato quel po’ di patate avanzate con la semplice aggiunta di un po’ di cipolla e di cavolo (o cavoletti di Bruxelles).

Io qui, lo confesso, sono partita non da avanzi ma da ingredienti freschi, e anche se li ho arricchiti con l’aggiunta di un po’ di bacon e di formaggio, rimangono pur sempre molto ‘poveri’. Sempre di patate e di cavolo si parla. Ma, ve lo assicuro, il risultato è un’altra cosa. Poi certo, ci sta anche di servire questo piatto come un secondo semi-vegetariano, ma soprattutto in questa versione più leggera perché fatta al forno, diventa un accompagnamento molto equilibrato con un arrosto di maiale o, come l’ho servito io, con una Coppa da Pentola, specialità Bresciana che ho scoperto da poco ma che caldamente raccomando.

Le istruzioni per questo piatto? È così semplice che quasi non le merita ma comunque le potete trovare qui sotto.

 

bubble & squeak4

Bubble and Squeak – ingredienti:

  • 600 g patate
  • 300 g cavolo verza
  • 1 cipolla grande tritata finemente
  • 100 g bacon a cubetti
  • 2 cucchiai di olio
  • 1 uovo
  • 3 cucchiai di Cheddar (o Parmigiano) grattugiato
  • noce moscata grattugiata
  • sale e pepe
  • 1 noce di burro

La madre di tutte le Custard Tarts ?!!

Metodo:

  • Fate bollire le patate con la loro buccia in abbondante acqua salata.
  • Nel frattempo mondate e affettate finemente il cavolo verza. In una padella antiaderente fate scaldare l’olio e rosolate dolcemente il bacon e la cipolla. Quando quest’ultima sarà morbida e dorata unite la verza, amalgamate bene, salate e pepate e coprite con un coperchio. Fate appassire la verza e lasciate cuocere a fuoco lento per circa 10 minuti. Se fosse necessario bagnate con poca acqua.
  • Schiacciate le patate con lo schiaccia patate, unite la verza, un uovo, il formaggio e la noce moscata. Amalgamate bene e aggiustate di sale e pepe.
  • Trasferite in una pirofila, e cospargete con il burro in fiocchetti. Infornate in forno già caldo a 200° per circa 20 minuti o fino a quando non si sarà formata una crosticina dorata.

La Coppa da Pentola:

Si compra, si porta a casa, la si fa bollire in abbondante acqua NON salata per circa 75-90 minuti e la si serve. Buonissima anche fredda il giorno dopo.

 

________________________________________________________________

 

Baked Bubble and Squeak – ingredients:

  • 600 g potatoes
  • 300 g cabbage
  • 1 large onion, finely chopped
  • 100 g diced bacon
  • 2 tablespoons olive oil
  • 1 egg
  • 3 tablespoons grated Cheddar (or Parmesan cheese)
  • grated nutmeg
  • salt and pepper
  • 1 knob of butter

Method:

  • Boil the potatoes in their skin in plenty of salted water.
  • Meanwhile, peel and finely slice ​​the cabbage. In a non stick pan, heat the oil and gently saute the bacon and onion. Once the onion is soft and golden, add the cabbage mixing well, add salt and pepper and cover with a lid. Allow the cabbage to wilt and cook for about 10 minutes. Add a little water if required.
  • Mash the potatoes, add the cabbage, egg, cheese and nutmeg. Mix well and season with salt and pepper.
  • Transfer to a baking dish, dot with a little butter, and bake in preheated oven at 200C° for about 20 minutes or until a golden crust will have formed. Serve immediately.
Advertisements

4 comments

  1. Tesora, adesso ti scrivo un mex privato perché questo post mi ha fatto riaccendere una scintilla…
    baci, Vale

  2. Pingback: Bubble and Squeak – la cucina del riciclo – versione non-ortodossa | BarMazzini.com

  3. Pingback: J is for Jacket Potatoes … e vi porto con me in UK. | food 4 thought

Your comments feed this blog. Alex

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: