Quiche con spigarelli e caciocavallo.

  
 Conoscete questi broccoli? E’ una varietà tardiva poco diffusa dal nome curioso di Spigarello, tipica della Campania. Sapore deciso e la bellezza di un mazzo di fiori. Li ho trovati al mercato e ho deciso di utilizzarli per preparare una delle torte salate che sarebbero state parte del menù di Pasquetta. 
   Visto il loro carattere molto ‘meridionale’ ho voluto fare una scelta che mi è parsa filologicamente corretta e li ho accoppiati con del Caciocavallo Silano DOP, un po’ di ricotta – che mi piace sempre usare nelle torte salte perchè mi permette di tenere le uova al minimo, e via…

   Il menù era ricco e vario ma questa quiche non è passata inosservata. Tra le tante cose presenti sulla tavola ho scelto di postarvi questa ricetta per onorare lo spigarello, un  ingrediente umile ma ricercato – almeno quassù al nord – che meriterebbe molta più attenzione e diffusione.

    In questa immagine: il ‘broccolo spigarello‘.   

Ingredienti:
1 mazzo di broccoli spigarelli
200 gr Caciocavallo Silano DOP grattugiato
200 gr ricotta vaccina
2 uova
sale e pepe
1 spicchio d’aglio
1 peperoncino secco intero
2 cucchiai d’olio
1 rotolo di pasta sfloglia
   Preriscaldate il forno a 220°. Foderate un piatto da quiche con la pasta sfoglia bucherellandola ripetutamente con i rebbi di una forchetta. Coprite con un foglio di carta da forno, riempite con fagioli secchi e infornate per 15 minuti. Estraete dal forno, rimuovete i fagioli e la carta da forno. Abbassate la temperatura a 200°. Cuocete la sfoglia per altri 5-10 minuti.
   
   Nel frattempo, pulite e lavate i broccoli spigarelli e cuoceteli a vapore. In una padella scaldate 2 cucchiai di olio EVO, aggiungete il peperoncino e lo spicchio d’aglio facendo imbiondire a fuoco basso. Unite i broccoli, salate e pepate e fate saltare e insaporire per qualche minuto. Tritate con il robot da cucina avendo cura di eliminare preventivamente il peperoncino e l’aglio. Trasferite i broccoli cotti e tritati in una ciotola. Unite il caciocavallo grattugiato, le uova, la ricotta e mischiate bene. Controllate e aggiustate eventualmente di sale.
   Versate il composto all’interno della sfoglia, facendo attenzione a riempire bene ai bordi e livellate. Infornate a 200° per circa 15 minuti o fino a cottura e doratura del ripieno.
   
Vedi mai che questa quiche mi faccia vincere il contest di Marcella in Cucina ?!
Advertisements

3 comments

  1. ecco adesso devo trovare gli spigarelli…vado a caccia!!! :-)col caciocavallo invece, che trovo, corro il rischio di azzannarmelo prima di unirlo al resto1 😀

  2. Ne valgono la pena. Poi sono davvero bellissimi, tanto che ho avuto la tentazione di metterli in un vaso!!!!

  3. Buoni gli spigarelli!!! Che bella ricetta!Dai in bocca al lupo!Grazie Marcella

Your comments feed this blog. Alex

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: